venerdì 18 dicembre 2009

Merende natalizie

Ogni tanto cerco di preparare qualcosa di genuino da far portare a scuola ai bambini come merenda e visto che siamo in tema non ho resistito e ho acquistato delle nuove forme per biscotti:



Sono molto buoni, condivido la ricetta:

BISCOTTI AL BURRO

Ingredienti:
500 g di farina
250 g di burro
150 g di zucchero
1 uovo
1 cucchiaino di lievito per dolci
un pizzico di sale

Preparare una pasta frolla, stenderla fino ad uno spessore di meno di un cm, tagliare i biscotti e infornare per circa 15 minuti a 180°. Per la copertura io fondo il cioccolato al microonde, poi ci bagno i biscottini e lascio freddare. Inutile dire che hanno un successone ;)

giovedì 19 novembre 2009

Bellissimo giveaway

Ultimamente sto trascurando il blog, lo so, ma non siamo stati troppo bene (mi giustifico?)... A questo giveaway non posso non rispondere però. E' da tanto tempo che vorrei provare a cucire una bambola Waldorf, e guarda caso Claudia mette in palio un e-book proprio su questo. I suoi risultati sono ottimi, male che vada comprerò l'e-book.

mercoledì 4 novembre 2009

Ma è normale...

... iniziare la brutta stagione solo con la speranza che passi in fretta? Contare i mesi che mancano alla prossima primavera? Vivere queste giornate come una prigione da cui si spera di uscire al più presto?
C'è qualcosa che non va, bisognerebbe essere capaci di vivere appieno ogni stagione, ma quest'anno è dura. Sarà che ci ammaliamo a rotazione da più di tre settimane, che siamo stressati per tanti altri motivi, che Marta ha iniziato l'inserimento al nido e temo di passare tutto l'anno così (malata una settimana sì e una no), che abbiamo paura di trascorrere un fine settimana fuori casa perché "...poi se stanno male però...", che perfino Tommaso che non si ammalava da tanto tempo sembra essere deboluccio ! Non so, quest'anno mi pesa tanto l'arrivo del freddo, non riesco a trovare idee positive. Speriamo che passi in fretta questo scoraggiamento.

giovedì 29 ottobre 2009

Il nostro yogurt

Da un po' di tempo facciamo lo yogurt autoprodotto. Ricordo ancora quando ero piccola i goffi tentativi che si facevano in casa con dei cosini gommosi che venivano definiti "fermenti", ma non so bene cosa fossero; peccato che il prodotto finito risultasse acido e liquido e che i cosini in questione richiedessero una cura quotidiana. In realtà fare lo yogurt è molto semplice, si può partire semplicemente da un cucchiaino di yogurt comprato, purchè se ne prenda uno in cui siano contenuti i fermenti Lactobacillus bulgaricus e Streptococcus termophilus. Questo solo all'inizio, perchè poi si usa un cucchiaino di yogurt che si è preparato la volta precedente. Per la preparazione ci sono tanti sistemi, il più semplice è senza dubbio l'uso di una yogurtiera. Noi ne abbiamo trovata una in un negozio dell'usato: con la modica cifra di 4 euro abbiamo portato a casa una yogurtiera da 1 litro con unico contenitore, come la cercavo io. Prima avevo provato a farlo "al forno", con una lampadina ad incandescenza che manteneva i 40 gradi necessari alla buona riuscita e funzionava lo stesso. Dopo aver portato il latte a circa 40° (io lo faccio bollire prima perchè usando quello crudo devo eliminare tutti gli altri bacilli presenti) lo mescolo con il cucchiaino di yogurt già pronto e infilo tutto nel contenitore per qualche ora. Quando la consistenza è giusta, lo tolgo e lo metto in frigo fino al giorno dopo. Viene perfetto, denso denso e non troppo acido.




martedì 27 ottobre 2009

Che cosa curiosa......



..... una balena rosa !!!




Vabbè, oggi non avevo niente da fare (si fa per dire !!). Metà di una vecchia maglia da buttare è diventata questa soffice balena, l'altra metà diventerà il rivestimento di un pannolino lavabile. Sopra e sotto nastrini, che si ciucciano sempre volentieri ;)

lunedì 26 ottobre 2009

Ecco il premio :)

Ho ricevuto e aperto il regalo di Betty, quello vinto nel suo blogcandy. Volevo aspettare che postasse prima lei sul suo blog, ma non riesco più ad aspettare.
Eccolo qui, un originale (almeno lo è per me, che non sono esperta di ricamo) orologio con lo sfondo ricamato a mano. Mi piace, anche i colori scelti sono molto belli (magari in foto non si vedono bene). Ancora una volta mi stupisco dell'abilità delle bloggerine :))



giovedì 22 ottobre 2009

Cuore di mamma...










sabato 17 ottobre 2009

Blogcandy

Oggi ho vinto il mio primo blogcandy (grazie Betty !!!).  Il premio è una sorpresa, appena ricevuto metterò un post.




Visto che ci ho preso gusto continuo... sto partecipando anche a :


Scade il 18 ottobre... occorre affrettarsi.

lunedì 5 ottobre 2009

Un po' di colore

I bambini hanno giocato con "happy mais", il giochino con le costruzioni morbide a base di mais che si attaccano tra loro con un po' di acqua. La confezione si intitola "mostri e insetti", ed ecco il risultato:











martedì 22 settembre 2009

La mutandina per i pannolini di stoffa

E dopo i pannolini, non poteva certo mancare la mutandina impermeabile, quella che si mette sopra i pannolini di stoffa in modo che i vestiti rimangano asciutti. Questa l'ho realizzata con un tessuto speciale, il PUL, impossibile da reperire in Italia. Io l'ho avuto grazie ad una blogger molto attiva che ho scoperto per caso e che mi ha inviato anche i cartamodelli e le istruzioni per cucire la mutandina. Date un'occhiata al suo blog: http://tretopini.blogspot.com/





mercoledì 16 settembre 2009

Pannolini di stoffa

Anche con Marta, come ho già fatto con gli altri due figli, sto usando i pannolini di stoffa, quelli che una volta sporchi si lavano in lavatrice e poi si riutilizzano più e più volte. I motivi per cui si fa una scelta che potrebbe sembrare a primo impatto scomoda sono tanti e girando per il web ormai si trovano davvero tutte le informazioni, quindi non mi dilungo. Principalmente comunque è una scelta ecologica, visto che una volta gettati i pannolini usa e getta vanno ad accumularsi in discarica. Poi si risparmia, soprattutto se si hanno più bambini. Il costo dei pannolini per iniziare è invece è abbastanza alto, io stessa non ne avevo un numero sufficiente per usarli in maniera esclusiva, ma stavolta ho trovato tantissime risorse in rete che mi hanno fatto venire voglia di provare a cucirmeli da sola. Non è difficile, nemmeno per chi come me con la macchina da cucire si organizza come può. Ne ho cuciti due tanto per provare partendo da stoffe da riciclare, mi chiedo come mai non mi sia venuto in mente di farlo anche per gli altri figli :)

Ma vediamo in dettaglio come ho fatto:

Innanzitutto mi sono procurata il cartamodello. Si potrebbe anche ricavare da un pannolini di carta, ma ce ne sono sul web di provati e collaudati con tutte le indicazioni su dove posizionare elastici e velcri. Io vi consiglio  di visitare questo sito, in cui trovate anche tutte le istruzioni, e le informazioni generali sui pannolini lavabili.
Ho ritagliato la sagoma sulla stoffa di vecchie magliette di cotone, uno di lino (i vecchi "pannolini" delle nonne) e uno strato di stoffa decorata che poi sarà la parte esterna. Nel mio pannolino in tutto ho messo 3 strati + 1 esterno colorato + 1 interno di lino.


Nella parte bianca di cotone ho cucito ulteriori strati di tessuto che serviranno a dare assorbenza maggiore. Questo inserto verrà a trovarsi dentro, quindi non si vedrà alla fine.


Sulla parte decorata ho cucito il velcro, parte morbida, mettendo una striscia lunga davanti.


Poi ho cucito gli elastici nella zona gamba e ho assemblato le parti esterne ed interne cucendole dritto contro dritto con un punto a margine lasciando una piccola parte libera (che ho cucito in seguito) da cui poi ho ribaltato tutto il pannolino in modo che la parte stampata venisse a trovarsi all'esterno e la cucitura appena fatta risultasse interna. Questo ultimo passaggio potrebbe sembrare complicato, purtroppo ho dimenticato di fare foto..... appena ne faccio un altro rimedio a questa mancanza !! Alla fine vengono applicate le striscette di velcro ruvide nella parte interna in alto ed eccolo qui, il prodotto finito:

APERTO.....


e CHIUSO !



lunedì 14 settembre 2009

Scuola... si ricomincia.




Anche quest'anno è giunto il momento di iniziare un nuovo anno scolastico. I miei figli grandi vanno tutti e due alle elementari, la piccola inizierà l'inserimento al nido il prossimo mese. Dopo aver preparato zaini, astucci, quaderni, merende etc. etc. ho pensato di stampare le etichette con i nomi. Le ho preparate con Writer di OpenOffice (l'equivalente di Word), disegnando dei rettangoli e mettendo dentro un'immagine simpatica opportunamente ridimensionata (io ho scelto spongebob). Dopo di che ho scritto i nomi e ho stampato, tagliato, applicato sui quaderni ricoprendo le etichette con uno strato di nastro adesivo invisibile.
Semplici, ma di sicuro effetto :)

sabato 12 settembre 2009

Tutti quei bellissimi blog...

Questa estate ho visitato tantissimi blog. Sono stati una rivelazione per me, ho scoperto che la rete pullula di mamme creative, piene di risorse e con grande senso dell'umorismo. La mia cartella preferiti è piena di tutorials e idee originali che a loro volta rimandano ad altri blog e altre idee. Mi è venuta voglia di avere un blog tutto mio. Non so nemmeno bene di cosa dovrebbe parlare, magari si definirà col tempo, forse l'idea di condividere sarà di stimolo anche per fare e creare un po' di più... per ora sono contenta di esserci.

giovedì 10 settembre 2009

Addio Daila

Non è certo la notizia migliore per inaugurare il blog, ma oggi si è spenta Daila, dopo 17 anni in cui ha svolto egregiamente il suo compito di cagnolina da compagnia. Negli ultimi mesi era piuttosto malandata, ma ho impresse bene in mente le immagini di tanto tempo fa: i giochi, le passeggiate in bicicletta, le corse sulla spiaggia d'inverno...  Addio pelosona !!!