lunedì 6 dicembre 2010

Karate

Torno da due giorni molto intensi, nel fine settimana ho accompagnato Samuele ad affrontare la sua prima gara di Karate. Partenza alle cinque di mattina (gasp !!), arrivo a Viadana prima dell'una, inizio gare che sono andate avanti per tutto il pomeriggio. Inizialmente ero scettica, arrivare così lontano, in fondo questo è solo il secondo anno che pratica questo sport e oltretutto era prevista anche una gara particolare, a squadre, novità di quest'anno per i bambini per la quale non mi sembravano pronti. Devo dire che ho dovuto ricredermi. Penso proprio che sia stata una bella esperienza per loro, sia il cimentarsi con la gara individuale, per la quale abbiamo avuto la nostra soddisfazione: un bel secondo posto.
Ma soprattutto sono rimasta colpita dalla gara a squadre, che consiste in una serie di "mosse" da fare insieme (la squadra è composta da tre persone) in maniere sincronizzata. Mi ha sorpreso lo spirito dei bambini in questa cosa, come hanno collaborato all'obiettivo comune, come si sono allenati in completa autonomia prima della gara. In uno sport tanto individuale è bello vedere questi momenti in cui emerge spirito di gruppo. E' andata meglio di quanto mi aspettassi. Volevo caricare un piccolo video, ma ci vuole una vita a caricarlo, per ora metto solo una foto della "nostra" squadra, sono stati molto bravi.

C'erano anche cinture nere, le loro gare sono state davvero belle a vedersi e molto scenografiche, con tanto di salti sincronizzati! Pensare che è un aspetto della disciplina poco conosciuto, siamo abituati a considerare solo i combattimenti (che nella nostra palestra iniziano solo dopo i 13 anni).

1 commenti:

Mamma e Mimma ha detto...

Che bella esperienza deve essere stata per tuo figlio,dopotutto è importante che si divertono e che ci sia una "sana competizione" nello sport,o mi sbaglio? sarebbe importante far conoscere di più l'aspetto del lavoro di squadra,hai ragione.Ciao,Michela.