mercoledì 20 luglio 2011

La vacanza continua




Abbiamo lasciato l'agricampeggio (e la famiglia di ghiandaie che era ancora lì) per dirigerci verso l'altra costa di Sardegna. In questi giorni passati abbiamo visto molto, non sono mancate lunghe escursioni a piedi con Marta nello zaino e i piccoli stambecchi (Samuele e Tommaso) che ormai a camminare resistono più di me. Qui i sentieri sono impegnativi, difficilmente puliti come quelli a cui ci ha abituati la montagna, piuttosto pietrosi. Siamo stati in uno spettacolare canyon naturale e al ritorno (mamma che caldo!) lungo la strada ci siamo rinfrescati facendo il bagno nel fiume (in mutande!!!).
Convinti che le cose belle vadano conquistate, abbiamo raggiunto camminando una delle più belle calette viste fino ad ora e il cui accesso sarebbe stato possibile solo via mare. A malincuore abbiamo rinunciato a visitare Tiscali, villaggio nuragico preistorico che ci dicono difficile da trovare senza una guida. Fossimo stati da soli sarebbe stata una sfida interessante, ma con i figli meglio di no. Magari fra qualche lustro ;)

Ora, dopo qualche giorno trascorso ad Alghero per motivi soprattutto "sociali"( ci sono degli amichetti di Tommaso con cui abbiamo passato qualche ora in piacevole relax), domani ci dirigeremo verso Is Aruttas, nella zona centrale del lato occidentale dell'isola. Ci resta solo una settimana, accidenti come è volato il tempo!

lunedì 11 luglio 2011

Siamo in vacanza.




In vacanza, finalmente: la più lunga da quando abbiamo iniziato a viaggiare in roulotte, ben 24 giorni (speriamo di resistere, anche perché il traghetto di ritorno è già stato prenotato). Siamo in Sardegna, più precisamente nel golfo di Orosei per ora, poi ci sposteremo a visitare altri luoghi. Mi piace molto quest'isola, mi piace l'odore intenso della macchia, i mirti in fiore, i ginepri modellati dal vento, i paesaggi a strapiombo sul mare. Per ora niente campeggio, siamo ospiti di un agriturismo-agricampeggio che con una cifra contenuta ci offre corrente elettrica, bagni con docce, latte appena munto e ricotta fresca. Praticamente siamo soli, noi e una chiassosa famigliola di ghiandaie: mamma papà e tre grossi pulcini che svolazzano in giro tutto il giorno. A quanto pare i nostri colleghi campeggiatori preferiscono stare più vicini al mare, soprattutto i camperisti che poi non hanno la macchina a disposizione. Comunque si sta bene, abbiniamo mare ad altri tipi di escursioni e siamo distrutti ma contenti, soprattutto Marta che è quella che se la spassa di più (per noi è un po' più faticoso). A breve aggiornamenti sulla vacanza.



- Posted using BlogPress from my iPad

giovedì 7 luglio 2011

Porta Ipad fatto a mano

Qualche mese fa non ho resistito alla tentazione, approfittando degli sconti su Ipad di prima generazione me ne sono "regalato" uno. Poi ho avuto l'irresistibile impulso di cucire il porta Ipad da sola. Non è stato facilissimo, ma ci sono riuscita. Forse è più ingombrante di quelli in commercio, però sono abbastanza soddisfatta. (La stoffa è rigorosamente Ikea, uno scampolo trovato all'angolo delle occasioni).
Eccolo qui. chiuso:
aperto:
mi sono fatta anche l'etichetta con la carta speciale che si stira su tessuto:
per fissare gli angoli ho creato dei supporti con velcro
notare il porta pennino (anche il pennino è autocostruito).
Ho usato un cartone spesso e uno strato di pile per l'imbottitura, così "paddy" è ben protetto. 
Non sarà perfetto ma a me piace, è allegro e pratico. :)

domenica 3 luglio 2011

Ho fatto il gelato...


E anche le cialde:
Il gelato fragole e fiordilatte è stato fatto col Bimby, per ora uno di quelli riusciti meglio (ho provato con l'agar agar). Non vedevo l'ora di usare le ciotoline nuove prese da Ikea! Le cialde invece un lavoraccio, cotte una per una con uno di quei vecchi "ferri" che si mettono sul fornello (rubato alla suocera.. ci sono perfino le sue iniziali incise sopra!!). 
Per la cronaca, giovedì ho finito con gli esami a scuola, ora sono più o meno libera e tra pochissimo SI PARTEEEEE !!!!!!!!!!!