venerdì 24 settembre 2010

Non ce l'ho fatta.....

Sarà che mi stresso facilmente (...ma va?), sarà che da quando è nata Marta mi sono totalmente rincitrullita, sarà che ho tre figli e un cane, sarà che per quest'anno c'è in progetto anche un cambio di casa (a trovarla!!), sarà che ho ancora voglia di tempo libero e creatività...  ma il mio rientro nel mondo lavorativo non è andato come speravo. Avevo deciso che Marta sarebbe andata al nido fino al pomeriggio, ma non ho resistito e continuo a prenderla (o a farla prendere) dopo pranzo. Io i ritmi di questi giorni non li reggo: "aprire" il nido alle 8 di mattina, organizzare la vita scolastica degli altri due figli e dei ragazzi a scuola, preparare lezioni, correggere compiti, mantenere l'ordine, gestire una figlia piccola che poi il pomeriggio mi vuole tutta per sé, non staccare mai. 

Non ho abbastanza energia per tutti !! Attirerò le critiche di chi è costretto a lavorare tutto il giorno e lascia i figli a scuola fino a tardi... ma io non riesco ( e per fortuna non sono costretta a farlo, almeno per ora).

E così, a malincuore, visto che sono precaria e posso, ho deciso di prendermi ancora un anno per seguire bene i figli, per stare con loro se si ammalano,per preparare le merende. Mi sento un po' in colpa con la scuola, ma meglio adesso che fra due o tre mesi. Ora sto un po' così, da un lato contenta del tempo ritrovato, dall'altro piena di dubbi e con un senso di fallimento, ma spero passi presto.

4 commenti:

Alem ha detto...

immagino che il senso di fallimento passerà quando ti godrai appieno le giornate e i pomeriggi in tranquillità con la piccola e i tuoi bimbi!!! :):)

Pollon72 ha detto...

Se senti che è giusto stare con i tuoi bimbi, stai con i tuoi bimbi! Io se potessi lavorerei 4 ore al giorno, la mattina, mentre Topo è alla scuola materna. E il pomeriggio tutto per giocare e stare insieme, ma non posso!!! :-(

Piccolalory ha detto...

L'insegnamento è' un lavoro impegnativo, fisicamente ed emotivamente, nessuno più di me può capirti... Non è un fallimento, è la scelta di una mamma che conosce il valore del tempo, della famiglia e anche di ragazzi che hanno bisogno che siamo disposte a dar loro tutte noi stesse... Certi momenti non ritornano, fai bene a goderteli, la scuola è sempre lì, un abbraccio

Micaela ha detto...

Anche noi siamo alla ricerca della casa e capisco benissimo il carico di lavoro aggiuntivo che questo comporta...
Inoltre, fai bene a goderteli quanto puoi i figli, non rimandare! Se puoi, continua a farlo...