mercoledì 24 febbraio 2010

Mei Tai

Negli ultimi tre giorni mi sono finalmente decisa a fare qualcosa che rimandavo da mesi: ho cucito un Mei Tai. La stoffa usata proviene da un copripiumino trovato in offerta da IKEA all'angolo delle occasioni, mentre le istruzioni le ho trovate in rete, qua e là ( ho osservato almeno tre diversi tutorial, poi più o meno ho seguito quello della "casa nella prateria"). Eccolo qui:


Naturalmente l'ho provato, e per ora mi sembra comodo. Devo vedere su tempi più lunghi come regge il confronto con la fascia lunga, che è meravigliosa ma anche più faticosa da mettere e togliere .

martedì 23 febbraio 2010

Preconcetti e TV

Oggi mi voglio sfogare. In fondo un blog serve anche a questo, no?
Si tratta dei messaggi televisivi.
Noi non facciamo un uso esagerato della tv. Ogni tanto per distrazione sì, la guardiamo, soprattutto mentre stiamo facendo altro (tipo stirare). Un paio di giorni fa mi è "caduto l'orecchio" sul un tg del tardo pomeriggio, non ricordo se fosse verissimo o cos'altro. Beh, sarò io particolarmente sensibile al tema, ma in 5 minuti sono riusciti a distruggere la figura femminile con una disinvoltura disarmante.
A parte dipingere la casalinga come lo stereotipo della donna ignorante e credulona, voglio soprassedere anche sul modo in cui viene mercificato il corpo femminile, argomento trito e ritrito. Stavolta però ne ho sentita una nuova in cui la contrapposizione era chiara: gli uomini amano dedicarsi a passatempi-rompicapo che richiedono ingegno e intelligenza, mantre le donne preferiscono investire le loro energie nella scelta di colori e tinte adatte per rossetti e cosmetici vari; dunque ora, dopo un servizio sui robot, faremo felici anche loro e parleremo di make-up.
A questo punto ho spento indignata,soprattutto dal fatto che a fare questa considerazione era proprio una donna.
E le persone che tengono la tv accesa per ore e ore, di quali schifezze nutrono i propri cervelli? Quanti preconcetti vengono metabolizzati e diventano cose normali, cultura di base? 

martedì 16 febbraio 2010

Carnevale

Quello di quest'anno è stato un carnevale molto freddo e piovoso. Avevo poca voglia di portare i bambini in maschera, ma loro hanno espresso richieste precise: Samuele voleva mascherarsi da Robin Hood (hanno appena letto il libro) e Tommaso da poliziotto. Ho messo su questi due costumi. Per Samuele ho riesumato il Peter Pan che avevo realizzato due anni fa, aggiungendo una mantellina e un arco (che in realtà è un arco vero da bambini, rivestito con tessuto verde come la mantellina):


Per Tommaso ho trovato caschetto e manganello, oltre che pistola e fondina. La giacca è ricavata da una felpa su cui ho cucito una finta camicia con cravatta. Il distintivo è fatto di cartone ricoperto e dipinto con tempera argentata, con un disegno stampato da internet.


PS: Già che ci sono, questo è il costume di Peter Pan che ho cucito nel 2007... notare Campanellino attaccata  al sacchetto porta-coriandoli ;)


sabato 13 febbraio 2010

Vestiti per bambolo

Ancora un post sulla bambola (anzi, forse ho deciso che è un bambolo!!), che finalmente abbandona le sue nudità. Eccolo qui, con pantaloncini cuciti da me, maglioncino di Samuele neonato e scarpette. La prossima volta proporrò la versione pannolino lavabile e camicino ;)




domenica 7 febbraio 2010

Finita :)

Non ci posso credere, la mia bambola è finita. Ho avuto qualche difficoltà per i capelli, visto che la maglina che ho usato è molto fitta e l'ago con la lana non ci passava (l'ago sì, la lana no...) ho cambiato tecnica e ho seguito un tutorial trovato in rete (questo) adattandolo ad un taglio di capelli più corto (facendo quindi meno strati).


Ora devo solo vestirla. Devo dire che questa attività mi ha dato una grande soddisfazione, vedere la bambola che prendeva forma piano piano è una gioia. Non sarà perfetta, i capelli in particolare non sono venuti come avrei voluto, ma per essere la prima ne sono felice. Oltretutto l'unica spesa che ho affrontato è stata quella della lana per i capelli, il resto è tutto recuperato.
Credo che continuerò a farne, possono essere idee originali anche per un regalo. A breve i vestiti.

giovedì 4 febbraio 2010

Bambola, ancora progressi.

Vado a rilento per via del tempo libero che scarseggia. Comunque procede. Ho ricamato occhi e bocca (pensavo peggio, non avevo mai ricamato niente prima), e attaccato le braccia.


Ho scelto un cartamodello che prevede la creazione di braccia e gambe separate che poi vengono cucite con cura sul corpo. Ho appena imparato che dovevo fare più attenzione al verso della maglina mentre tagliavo gli "arti", perchè poi riempiendoli hanno ceduto uno più in lunghezza e uno più in larghezza creando in generale una lieve asimmetria. Per fortuna ci sarà un vestito poi a coprire il tutto.

Particolare della mano:


martedì 2 febbraio 2010

Un anno fa...

Un anno fa eravamo solo all'inizio. Un anno fa ero reduce da un lungo travaglio notturno e maledicevo il dott. House per il sonno perso la sera prima. Un anno fa ti guardavo e ti trovavo buffa. Un anno fa ti osservavo mentre ciucciavi e poi dormivi esausta tra le mie braccia con aria felice e soddisfatta. Un anno fa eravamo in simbiosi completa. Oggi mi sembri già grande... tanti auguri cucciola mia.