martedì 22 settembre 2009

La mutandina per i pannolini di stoffa

E dopo i pannolini, non poteva certo mancare la mutandina impermeabile, quella che si mette sopra i pannolini di stoffa in modo che i vestiti rimangano asciutti. Questa l'ho realizzata con un tessuto speciale, il PUL, impossibile da reperire in Italia. Io l'ho avuto grazie ad una blogger molto attiva che ho scoperto per caso e che mi ha inviato anche i cartamodelli e le istruzioni per cucire la mutandina. Date un'occhiata al suo blog: http://tretopini.blogspot.com/





mercoledì 16 settembre 2009

Pannolini di stoffa

Anche con Marta, come ho già fatto con gli altri due figli, sto usando i pannolini di stoffa, quelli che una volta sporchi si lavano in lavatrice e poi si riutilizzano più e più volte. I motivi per cui si fa una scelta che potrebbe sembrare a primo impatto scomoda sono tanti e girando per il web ormai si trovano davvero tutte le informazioni, quindi non mi dilungo. Principalmente comunque è una scelta ecologica, visto che una volta gettati i pannolini usa e getta vanno ad accumularsi in discarica. Poi si risparmia, soprattutto se si hanno più bambini. Il costo dei pannolini per iniziare è invece è abbastanza alto, io stessa non ne avevo un numero sufficiente per usarli in maniera esclusiva, ma stavolta ho trovato tantissime risorse in rete che mi hanno fatto venire voglia di provare a cucirmeli da sola. Non è difficile, nemmeno per chi come me con la macchina da cucire si organizza come può. Ne ho cuciti due tanto per provare partendo da stoffe da riciclare, mi chiedo come mai non mi sia venuto in mente di farlo anche per gli altri figli :)

Ma vediamo in dettaglio come ho fatto:

Innanzitutto mi sono procurata il cartamodello. Si potrebbe anche ricavare da un pannolini di carta, ma ce ne sono sul web di provati e collaudati con tutte le indicazioni su dove posizionare elastici e velcri. Io vi consiglio  di visitare questo sito, in cui trovate anche tutte le istruzioni, e le informazioni generali sui pannolini lavabili.
Ho ritagliato la sagoma sulla stoffa di vecchie magliette di cotone, uno di lino (i vecchi "pannolini" delle nonne) e uno strato di stoffa decorata che poi sarà la parte esterna. Nel mio pannolino in tutto ho messo 3 strati + 1 esterno colorato + 1 interno di lino.


Nella parte bianca di cotone ho cucito ulteriori strati di tessuto che serviranno a dare assorbenza maggiore. Questo inserto verrà a trovarsi dentro, quindi non si vedrà alla fine.


Sulla parte decorata ho cucito il velcro, parte morbida, mettendo una striscia lunga davanti.


Poi ho cucito gli elastici nella zona gamba e ho assemblato le parti esterne ed interne cucendole dritto contro dritto con un punto a margine lasciando una piccola parte libera (che ho cucito in seguito) da cui poi ho ribaltato tutto il pannolino in modo che la parte stampata venisse a trovarsi all'esterno e la cucitura appena fatta risultasse interna. Questo ultimo passaggio potrebbe sembrare complicato, purtroppo ho dimenticato di fare foto..... appena ne faccio un altro rimedio a questa mancanza !! Alla fine vengono applicate le striscette di velcro ruvide nella parte interna in alto ed eccolo qui, il prodotto finito:

APERTO.....


e CHIUSO !



lunedì 14 settembre 2009

Scuola... si ricomincia.




Anche quest'anno è giunto il momento di iniziare un nuovo anno scolastico. I miei figli grandi vanno tutti e due alle elementari, la piccola inizierà l'inserimento al nido il prossimo mese. Dopo aver preparato zaini, astucci, quaderni, merende etc. etc. ho pensato di stampare le etichette con i nomi. Le ho preparate con Writer di OpenOffice (l'equivalente di Word), disegnando dei rettangoli e mettendo dentro un'immagine simpatica opportunamente ridimensionata (io ho scelto spongebob). Dopo di che ho scritto i nomi e ho stampato, tagliato, applicato sui quaderni ricoprendo le etichette con uno strato di nastro adesivo invisibile.
Semplici, ma di sicuro effetto :)

sabato 12 settembre 2009

Tutti quei bellissimi blog...

Questa estate ho visitato tantissimi blog. Sono stati una rivelazione per me, ho scoperto che la rete pullula di mamme creative, piene di risorse e con grande senso dell'umorismo. La mia cartella preferiti è piena di tutorials e idee originali che a loro volta rimandano ad altri blog e altre idee. Mi è venuta voglia di avere un blog tutto mio. Non so nemmeno bene di cosa dovrebbe parlare, magari si definirà col tempo, forse l'idea di condividere sarà di stimolo anche per fare e creare un po' di più... per ora sono contenta di esserci.

giovedì 10 settembre 2009

Addio Daila

Non è certo la notizia migliore per inaugurare il blog, ma oggi si è spenta Daila, dopo 17 anni in cui ha svolto egregiamente il suo compito di cagnolina da compagnia. Negli ultimi mesi era piuttosto malandata, ma ho impresse bene in mente le immagini di tanto tempo fa: i giochi, le passeggiate in bicicletta, le corse sulla spiaggia d'inverno...  Addio pelosona !!!